Regolamento XXVIII edizione del Natale con Gioia a Castanea

ANNO SOCIALE 2017-2018

art.1 Dal 29 di settembre 2017 al 28 settembre 2018, in Castanea delle Furie Messina – presso la Villa Arrigo sede dell’Associazione Giovanna d’Arco si costruisce la GIOIA del Natale a Castanea.

art. 2 Dopo assemblea pubblica regolarmente fissata il giorno di san Michele, i convenuti ossia quanti vogliono far parte del cantiere della Gioia, si incontrano di volta in volta per perseguire l’obiettivo prefissato.

art. 3  Tutta la manifestazione si regge sulla libera donazione del cuore e ogni prestazione è intesa a titolo gratuito.

art. 4 Per costruire la Gioia nessuno è escluso, l’età minima è di tre mesi di vita, l’età massima non ha limiti. I minori saranno accompagnati dai genitori o tutori e gli stessi esonerano l’associazione da ogni responsabilità.

art. 5 Gli adulti sono obbligati a saper tirare fuori il meglio di se, seguendo le norme del buon vivere civile.

art. 6 Il presepe per essere Vivente necessita di un’interazione attiva fra attori, figuranti, organizzazione e visitatori: tutti sono tenuti ciascuno per la sua parte al rispetto reciproco. Chiunque oltrepassa il cancello della villa Arrigo acconsente a far parte del grande evento natalizio; sia i figuranti che tutto lo staff e i visitatori, una volta dentro il palcoscenico della Villa sono a conoscenza e autorizzano di essere fotografati e ripresi nonchè al trattamento dei dati personali depositati solo ed esclusivamente per fini associativi o dove l’associazione ne rilascia ulteriore liberatoria.

art. 7 La manifestazione è a titolo gratuito, non esiste per scelta degli organizzatori alcun contributo e si regge solo ed esclusivamente sulla generosità di privati e dalle libere offerte dei visitatori. Gli unici due punti autorizzati alla donazione si trovano nell’aria d’attesa e all’uscita del percorso presepiale. La donazione all’ingresso è invogliata dalla degustazione del “Pane” questo per avvalorare il significato intrinseco del luogo in cui scelse di nascere GESU’: Betlemme che significa appunto: CASA DEL PANE. I proventi servono a coprire le spese della machina presepiale, gli avanzi saranno curati dall’associazione per sostenere tutto l’anno le varie iniziative.

art. 8 E’ fatto obbligo di tutti fare del proprio meglio per COSTRUIRE La GIOA del Natale a Castanea.

art. 9 Tutti gli articoli del soprascritto regolamento valgono per tutte le attività promosse dall’associazione Giovanna d’Arco che si svolgono sia dentro che extra moenia della sede sociale e saranno valide per l’intero anno sociale.